CORONAVIRUS - AL VIA LA FASE 2. ECCO LE NOVITA'

Dal 4 maggio inizia la fase 2, quella del ritorno alla normalità. 

Le prime misure, contenute nel DPCM 26 aprile 2020, hanno validità dal 4 al 17 maggio.

Di seguito le principali novità del nuovo DPCM e quelle preannunciate dal Premier Conte di futura applicazione:

 Gli spostamenti all'interno della Regione saranno possibili, ma solo per necessità e urgenza, è sempre tramite autocertificazione.
 Sarà possibile far visita a congiunti, ma evitando feste, cene ed assembramenti. Con precauzioni sui contatti fisici, utilizzando mascherine e distanza interpersonale.
 Divieto di spostarsi in altra Regione a meno di esigenze lavorative, assoluta urgenza o motivi di salute.
 In caso di febbre sopra 37,5 obbligo di restare a casa e segnalarlo al medico di famiglia (in tal caso vi sono anche ulteriori protocolli lavorativi da seguire per chi ritornerà a lavorare e la temperatura andrà misurata costantemente)
Saranno consentite le cerimonie funebri ma fino a un massimo di 15 persone (congiunti) e mantenendo il distanziamento sociale, utilizzando le mascherine e preferibilmente all’aperto. Si potranno frequentare i luoghi di culto, solo se si garantiscono le misure di distanziamento.
 Consentita attività di vendita di cibo da asporto per ristoranti e pizzerie, con il divieto di consumare i prodotti all’interno del locale o in prossimità dello stesso.
 Riapre tutta la manifattura, tutto il settore delle costruzione e del commercio all'ingrosso funzionale a manifattura e costruzioni, nel rispetto RIGOROSO dei protocolli di sicurezza.
 Divieti di assembramenti in luoghi pubblici e privati.
 Consentito l'accesso a parchi e giardini pubblici con mantenimento delle distanze ed eventuale contingentamento degli accessi.
 Sarà possibile fare liberamente attività sportiva e motoria anche non vicino a casa propria ma mantenendo almeno 2 metri di distanza, ma niente palestre o piscine.
 Saranno consentiti gli allenamenti degli sportivi professionisti.
 Rimangono sospesi tutti gli eventi collettivi, comprese le gare sportive.
 Sono in preparazione nuove misure economiche (prossimo DCPM): rinnovo del bonus di 600 euro per le partite iva ed autonomi e si auspica vegano introdotte misure più corpose che garantiscano alle attività di sopportare questo momento storico senza precedenti.

Per quanto riguarda le altre aperture, l'ipotesi é aprire:
❇️ DAL 18 MAGGIO
Altre attività di commercio al dettaglio
Riapertura di musei e biblioteche

❇️ DAL 1 GIUGNO
Bar, ristorazione e cura della persona (parrucchieri, centri estetici e centri di massaggio).

❇️ LE SCUOLE NON RIAPRIRANNO fino a settembre. Continuerà la didattica a distanza. Saranno riproposti il congedo straordinario e il bonus baby-sitting. Non sono autorizzati i concorsi, tranne quelli che si possono fare per titoli.

Ancora una volta non potranno essere i Sindaci ad autorizzare alcun tipo di spostamento ma sempre e solo sotto la propria personale responsabilità compilando l'autocertificazione, che rimane in vigore e consente di spostarsi per:

  lavoro;
  salute;
  stato di necessità;
  incontro con i congiunti.

▶️Poiché IL VIRUS NON È STATO DEBELLATO ed entrando nella fase 2 circoleranno più persone, potrebbe verificarsi un aumento dei contagi, provocando una revoca (anche parziale) delle aperture programmate. Per non tornare in una situazione di emergenza , dunque, dovremo MANTENERE LE DISTANZE tra di noi, USARE LE MASCHERINE QUANDO USCIAMO e continuare il più possibile a LAVARSI LE MANI e a non uscire se le condizioni personali di salute non dovessero essere ottimali.

Tutte le misure in vigore dal 4 maggio sono contenute nell'allegato DPCM.

Il Sindaco 

Francesco Lai

 

Attachments:
Download this file (DPCM_20200426 VERSIONE PDF.pdf)DPCM_20200426 VERSIONE PDF.pdf[ ]1308 kB

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online

Visitatori: Oggi 156 || Totali 814718

Gallery