Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

(art. 47 DPR 445/2000)

Tutti gli stati, i fatti e le qualità personali non autocertificabili possono essere comprovati dall'interessato, a titolo definitivo, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
Possono essere rese dichiarazioni su: gli eredi; la situazione di famiglia originaria; la proprietà di un immobile; ecc.
 
La dichiarazione, che il dichiarante rende nel proprio interesse, può riguardare anche stati, fatti e qualità personali relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.
 
La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, non può contenere: dichiarazioni future; dichiarazioni d’impegno, accettazioni o rinunce d’incarico, procure, scritture private, dichiarazioni a contenuto negoziale regolate dal codice civile, deleghe configuranti una procura.
 
La sottoscrizione delle dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà rivolte alle pubbliche amministrazioni o a gestori di pubblico servizio non deve essere autenticata; se la dichiarazione non viene sottoscritta davanti all’addetto dell’ufficio accettante deve essere accompagnata da copia non autenticata di un documento di riconoscimento in corso di validità.
 
Sono soggette ad autenticazione le sole dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà presentate a pubbliche amministrazioni al fine della riscossione da parte di terzi di benefici economici (art. 21 comma 2 DPR 445/2000).
 
La sottoscrizione delle dichiarazioni rivolte ai privati deve essere autenticata da un notaio, cancelliere, dal funzionario dell’ufficio che ha richiesto la documentazione, dal segretario comunale o dal dipendente comunale incaricato dal Sindaco anche di comune diverso da quello di residenza.
 
Non è più necessaria la presenza di testimoni nel caso in cui le dichiarazioni sostitutive siano rese da chi non sa o non può firmare.
 
L’autentica della sottoscrizione è soggetta all’imposta di bollo e al pagamento dei diritti di segreteria. Bisogna presentarsi agli Sportelli Anagrafe del Comune di Loiri Porto San Paolo muniti di una marca da bollo da € 16,00 , sono dovuti inoltre € 0,52 per diritti di segreteria.
 
Le amministrazioni sono tenute a procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni rese dai cittadini. Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti, fermo restando l'applicazione delle sanzioni penali previste.
 
 

MODULISTICA

Abbiamo 286 visitatori e nessun utente online

Visitatori: Oggi 17 || Totali 385561

Gallery